Disincanto

Talvolta mi chiama un’inquietudine
dalla voce della mia solitudine:
sento che non mi basta essere,
se la realtà non mi appartiene
e il tempo mi fugge: padrona
di niente, che brama le stelle:
sogno l’amore che non esiste,
eppure mi scuote, mi fa piangere.
C’è un Dio che mi assiste:
se solo bastasse a darmi pace!
A riempire le mancanze.
Oggi non leggo che “illusione”,
nella carezza seduttiva della speranza:
voglio invece un suo bacio
che entri dentro la mia bocca:
il sapore di una conquista.

Aria Mich

Pubblicato in Poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sentire…

Mani congiunte e accostate alle orecchie, come fossero conchiglie, a sentire l’eco delle tue carezze, continue.

Aria Mich

Pubblicato in Cuore & Mente | Contrassegnato , , , , , , , | 4 commenti

{pensieri

Oggi mi sento libera, ma non solo libera. Oggi sento di volermi bene, ho voglia di donare sorrisi, mi sento piena di una gioia di cui non so esattamente la fonte.
Non sono una persona socievole, questo lo riconosco. Ma negli ultimi tempi sto cercando di combattere questo mio carattere, che mi ha sempre ostacolato parecchio. Non lo voglio più, anche se a volte succede che mi piaccia mostrare quello “alone oscuro”, che può dare l’impressione di una persona che sta a distanza da questo mondo malato.
Eh vabbè, a volte ha ragione chi pensa di me che io sia una persona presuntuosa. Ma nel momento in cui mi si viene rinfacciato, ci rimango malissimo e mi fa male, perché forse vorrei urlare a chi pensa ciò che non sono solo questo.
Ho la tendenza a non cercare per prima le persone, a non parlare per prima, a non scrutare le persone che mi guardano, ma osservo solo chi non mi sta guardando!
Proprio oggi, riflettevo su di una cosa: perché non essere la persona che vorresti attrarre?
In effetti, non vedo perché dovrebbe piacere una persona che ha quell’alone oscuro. Eppure oggi l’ho fatto di nuovo, mi sentivo osservata con insistenza da un ragazzo, mentre ero seduta in metro, ed eccomi di nuovo ricaduta in quell’alone serio ed oscuro. Insomma, avrei voluto dare l’impressione di una ragazza solare, perché di fondo non avevo motivi per impormi in quel modo, ma magari avrò dato l’impressione di una che si crede chissà chi, fissa a guardare fuori dai finestrini, fingendo di essermi persa in chissà quali pensieri. Per di più, la paura di arrossire, è un’altra cosa che mi blocca nell’aprirmi agli altri.
È come se si alzasse da solo quello scudo, che fa sparire persino me stessa, o meglio, quello che penso di essere. Allora potrebbe accadere di allontanare anche persone con cui potrei invece trovarmi bene, dato che mostrano ciò che io ho solo ben nascosto dentro.
Si dice che il primo passo per cambiare, sia essere consapevoli del proprio problema. Dunque, consapevole, ora lo sono sicuramente più di prima, e anzi mi diverte pensare che questa sarà una delle tante cose su cui dovrò lavorare.
Per fortuna non sono una che si demoralizza davanti agli ostacoli, ma ho desiderio di vederli superati: ecco, da questo pensiero, forse, proviene la mia gioia attuale.

Pubblicato in Cuore & Mente | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 15 commenti

Rinascita

Ti volevo con quella urgenza
di cui solo i poeti
ne conoscono la sofferenza.
Quella urgenza soccorsa
da carta e penna; d’inchiostro
il cuore, le dita, la pelle.
Sul foglio l’anima in fiamme:
brucia nel suo stesso piacere!
Gode e muore: rinasce.

Aria Mich

Pubblicato in Poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

Se…

Se la paura si potesse spiegare, allora smetterebbe di esistere.
Ma se si spiegasse, l’amore, volerebbe forse in ogni cuore.

Aria Mich

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , , , , , | 3 commenti

Quello che sei veramente 

Ci sono cose che, sarà il tempo, l’abitudine, o semplicemente proprio il fatto che ti hanno scalfito nel profondo: quelle cose non ti toccano più, non ti fanno più male, come se avessero scalfito fin dove potevano, giusto per dare forma a ciò che sei oggi, o forse non hanno fatto altro che portare fuori il meglio che custodivi dentro; e scopri che dentro avevi, ed hai ora ben visibile, una forza, un potere: quello di scegliere, di essere.
Ti ferisce solo ciò che non ti ha scalfito abbastanza, non ancora abbastanza da fare emergere quello che sei veramente.

Aria Mich

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Respect

Partendo dal presupposto che il rispetto è una qualità che non va solo coltivata, ma che anzi dovrebbe essere cosa basilare in ogni relazione umana: colui che ti manca di rispetto, è solo una persona che di te ha conosciuto poco o niente.

Aria Mich

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La mia poesia è…

La mia poesia è uno stato d’animo,
il senso profondo del mio essere:
si ripresenta di continuo, immutabile,
ma con sempre nuove me da svelare.

Aria Mich

Pubblicato in Poesie | Contrassegnato , , , , , , , , | 2 commenti

L’umana verità 

La verità è viva nella notte,
nel dolore, dentro agli occhi,
nelle mani; la verità è nella solitudine,
nel coraggio del presente.

La verità muore di giorno e nella gente,
nella gioia, nell’orgoglio, talvolta nell’amore.
La verità muore nel pensiero del futuro, nella speranza che è sempre un’illusione.

E in questa verità, che vive e poi muore,
tutto è vano, eppure così, ancora: umano.

Aria Mich

Pubblicato in Poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

A volte…

A volte ho un brutto carattere, poi passa: è che sono testarda. Ché se non ci vedo chiaro, non divento rossa dalla rabbia: sono chiara. Bianca come pura, bianca come mozzarella: per chi è intollerante al lattosio. Talvolta non mi sopporto nemmeno io! Allora sono chiara, bianca, divento infine trasparente: sono già via, sparita, non più nemmeno mia: nella bocca della gente, nel cuore solo di chi mi sente.

Aria Mich, opera di Loui Jover

Pubblicato in Cuore & Mente | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

Non direi…

Non direi di essere quello che sono, direi piuttosto che sono fin dove posso amare, poiché è solo l’amore che rivela l’essere.

Aria Mich

Pubblicato in Cuore & Mente | Contrassegnato , , , , , , , | 3 commenti

{dialogo

Non aspetto l’amore, ma non nego che a volte lo sogno. Allora mi direte che sognare ha il retrogusto amaro dell’attesa. Ma io vi dico: là dove l’attesa può spegnere la voglia e accorciare il respiro, sognare è invece non smettere di respirare, è un desiderio continuo.
Dunque sogno l’amore, ma non l’attendo. E se non dovesse mai arrivare, andrò via dalla mia vita con almeno il sogno dell’amore, senza il peso di averlo atteso invano. Allora qualcuno potrebbe chiedermi com’è che tra il sogno e l’attesa non ci sia spazio per andare a cercarlo. Ma ditemi cos’è cercare, se non vivere: il cielo e la terra, gli uccelli e le piante, l’essere – nascosto – in mezzo alla gente.

Aria Mich

Pubblicato in Cuore & Mente | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 13 commenti

In circolo


Avessi una poesia in fondo al petto
che spenga una volta per tutte
il disincanto.
Una poesia che parli di tutto
eccetto che dell’amore,
che anzi ci giri intorno
come un abbraccio
od un girotondo.
Una poesia che si prenda gioco
delle inutili paturnie in cui
a volte giaccio:
mi fanno perdere il cuore,
smarrire ciò che sono.
Voglio una poesia che mi prenda
fra le sue braccia: mi riporti dentro
la mia anima, mi ricordi che ho una casa.
Una poesia che mi salvi sempre
da trombe d’aria
che credevo del cielo: le braccia.

Aria Mich

Pubblicato in Poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 10 commenti

In un’altra vita

Ti immagini mai in un’altra vita?
Io vorrei essere una pianista anonima:
far scorrere le mie dita su quei tasti
bianchi e neri – immaginarli
la schiena, le mani, il corpo
del mio presunto amato.
Suonerie melodie in piena notte
per rompere il silenzio, svegliare le stelle,
far arrossire le gote della bianca luna.
Vorrei far sognare, vibrare d’amore
le tristi anime che piangono di notte:
farle sentire meno sole, nei loro letti sfatti da sentimenti andati a male.

Aria Mich

Pubblicato in Poesie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 15 commenti

Questione di gusti

Allora mi dico che sono libera,
se non fosse per quel retrogusto salato, ché alla parola “libera”,
s’aggiunge “…e sola”: lacrimo.
Forse sta tutto nel dividere l’ossimoro, oppure imparare che possono
convivere insieme,
ché se accosti al dolce il salato (delle lacrime), viene fuori quel gusto:
equilibrato.

Aria Mich

Pubblicato in Cuore & Mente | Contrassegnato , , , , , , , , , | 8 commenti